Skin ADV

CERCA NEL SITO

La bellezza è questione di equilibrio

 

Labbra a canotto, seni a palla, zigomi ipertrofici: questi sono solo alcuni dei risultati ottenuti   da chi si sottopone a sconsiderati interventi di chirurgia estetica. Per non parlare di programmi televisivi dove le operazioni vengono spettacolarizzate e banalizzate senza ricordare che, anche se si interviene per una questione estetica, si tratta comunque di interventi chirurgici veri e propri, che richiedono la preparazione e l’attenzione di qualsiasi altra operazione.

«La bellezza – spiega Euridice Fabris, chirurgo estetico di Trieste – non è una questione di perfezione ma di armonia ed equilibrio. Ogni persona è unica e quello che la rende tale sono le imperfezioni che la caratterizzano e che il bravo chirurgo plastico sa valorizzare». La specialista lavora quindi per rendere uniche le sue pazienti e non omologate a una bellezza improbabile come fanno alcuni suoi colleghi.

 

«Il medico – continua Euridice – è un artista e deve lavorare sulle peculiarità della persona per renderla un “opera unica”. Questa unicità si ottiene trasformando un difetto in caratteristica caratterizzante e operando sull’equilibrio delle forme circostanti».

La discriminante, sembra quindi essere il chirurgo che effettuerà l’intervento. Certo scegliere quello giusto non è facile visto la miriade di proposte e offerte che si trovano sul mercato. L’unico modo per ovviare a possibili errori di scelta è quello di rivolgersi a medici di provata esperienza. Meglio ancora se si ha avuto modo di poter apprezzare i risultati ottenuti su amici e conoscenti. Dal canto suo il “buon” chirurgo plastico estetico, plastico perché deve essere uno specialista in chirurgia plastica, deve stabilire un feeling col paziente, deve ascoltarlo e rassicurarlo, deve capire a fondo il problema e deve dimostrargli che lo ha realmente compreso.

«Un altro fattore fondamentale – conclude Fabris – è l’equilibrio psicofisico. Il suo raggiungimento si riflette sul corpo armonizzandolo. Le buone abitudini molte volte permettono di evitare interventi invasivi. Quando le pazienti vengono da me per modellare parti della loro figura consiglio, il più delle volte, un periodo di alimentazione controllata unita all’attività fisica. Spessissimo già questo permette di ottenre una silhouette soddisfacente e, nel contempo, di acquisire uno stile di vita più sano e dinamico». 

 

Di ALESSANDRA IANNELLO

 

Dottoressa EURIDICE FABRIS

 

 

 

 

 

SEGUIMI SU FB

ISCRIVITI ALLA NL

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. Sono impiegati solo i cookies essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati.
Per maggiori informazioni potete cliccare qui